Torneo del Santo a Padova

Dal 27 al 30 dicembre 2023, l’Hotel Casa del Pellegrino a Padova è stato il palcoscenico del Torneo del Santo, un evento di scacchi che ha attirato l’attenzione di 134 giocatori appassionati, suddivisi nelle categorie Open A (ELO ≥ 1900), Open B (ELO < 2000), e Open C (ELO < 1500). Con un tempo di riflessione di 90 minuti e un incremento di 30 secondi per mossa, il torneo ha visto sfide avvincenti distribuite su 7 turni per gli Open A e B, mentre l’Open C ha avuto 5 turni.

Tra i partecipanti del ns team Arci Scacchi spiccavano nomi di rilievo come il FM Davide Olivetti, il CM Alberto Perino nel torneo A, e giovani promesse come U16 Francesco Addante e U18 Oleh Terletskyi nel torneo B. Erano presenti anche una discreta compagnia Alto Atesina con il CM Lami Damiano, Christian Unterweger, e il giovane talento U12 Jonas, presenti anche giocatori dei circoli trentini UST e UNI TN Daniel Troinich , Gheser Amir ,Zuapa James e Devis Gardini.

Il Gruppo A ha visto la partecipazione di 28 giocatori, tra cui l’IM MARTINOVICI Ilia e parecchi FM , garantendo un livello di competizione estremamente alto. Nel OPEN B, il più numeroso con ben 78 iscritti, e nell’OPEN C, con 28 iscritti, la competizione è stata altrettanto intensa.

Il torneo, articolato su 4 giorni, ha regalato emozioni nella splendida cornice di Padova, con la sede adiacente alla Basilica di Sant’Antonio. L’OPEN A è stato particolarmente combattuto, con risultati sorprendenti. Davide Olivetti, nel secondo turno, ha vinto un finale mozzafiato contro un avversario di alto calibro, ma una sconfitta nel terzo turno ha compromesso le sue chance di vittoria finale. Alla fine, il CM Lami Damiano ha meritatamente conquistato il primo posto, seguito da IM Martinovici e M Lain.

Nell’OPEN B, i nostri giovani giocatori hanno mostrato un’ottima performance, con Jonas Uterweger che ha ottenuto il premio come miglior U16. Francesco e Oleh hanno chiuso con 3,5 punti portando a casa ben 80 punti ELO di incremento. Nel OPEN C, Christian Unterweger ha dominato, chiudendo e vincendo il torneo con 4,5 punti concludendo la ottima giornata per i giocatori Alto Atesini.

Uno dei momenti più memorabili del torneo è stato durante le premiazioni, quando il giocatore più giovane, un bambino di 6 anni, si è incontrato con il più anziano partecipante, il maestro Diena Giovanni, che ha 97 anni. Un incontro che evidenzia quanto gli scacchi siano uno sport unico, dove giocatori di tutte le età possono competere alla pari.

Complimenti a tutti i nostri giocatori ma anche agli amici Alto Atesini per gli ottimi risultati ottenuti.

I risultati completi e le classifiche sono disponibili sul sito Vesus

Un sentito elogio va all’organizzatore, il Circolo Guido Cortuso di Padova, per aver reso possibile questo affascinante torneo di scacchi.

Alla prossima e Buon 2024 a tutti.

Ti potrebbe interessare

Altro dall'Autore

+ There are no comments

Add yours